Juve: Allegri scaricato, c’è l’annuncio dopo l’esonero

Novembre: mese decisivo per Massimiliano Allegri. Il tecnico juventino verrà rivalutato nei prossimi 30 giorni a partire dalla sfida del 2 ottobre contro il Bologna che stabilirà con certezza il destino dell’allenatore bianconero. Il CdA non ha messo in discussione l’ex Milan ma dall’Inghilterra si infittiscono le voci sul ritorno di Antonio Conte.

Juventus, esonero Allegri: si decide tutto nei prossimi 30 giorni

La Juventus non ha intenzione di esonerare Allegri. La volontà della proprietà e della dirigenza è quella di dare una scossa all’ambiente, con il tecnico livornese che dal 2 al 15 ottobre ha l’obbligo capovolgere una situazione che si è fatta sempre più complicata.

Tra campionato e Champions League, la Juventus giocherà ogni tre giorni contro Bologna, Maccabi, Milan, nuovamente con la formazione israeliana e il derby contro il Torino.

Cinque risultati che potrebbe decidere ufficialmente il futuro del tecnico livornese. In caso di altri passi falsi, Allegri verrebbe esonerato? Al momento no, ma se la società fosse insoddisfatta, lo scenario potrebbe essere a favore di Pavel Nedved, il promotore di questo.

Allegri e un addio alla Juventus che si decide nei prossimi 30 giorni (LaPresse)
Allegri e un addio alla Juventus che si decide nei prossimi 30 giorni (LaPresse)

L’esonero di Allegri al momento non è in programma

L’errore che la Vecchia Signora non vorrebbe commettere, è quello di ripetere un’operazione alla Pirlo (in questo caso con Montero), di fatto bruciando l’ex tecnico bresciano con la Juventus che prenderà in considerazione un altro profilo solo ed esclusivamente in caso di esonero di Allegri. I costi proibitivi dell’operazione e l’ennesimo bilancio in rosso rendono di fatto impossibile questo scenario con l’allenatore della Vecchia Signora chiamato a dare importanti risposte sul campo soprattutto nella massima competizione europea.

Il futuro di Allegri non dovrebbe cambiare

SportMediaset rassicura come la Juventus debba trovare da sè un’uscita da questa situazione con l’esonero di Massimiliano Allegri fortemente collegato ai prossimi risultati: il CdA del club di venerdì come ampiamente preannunciato non ha cambiato nulla, anche se dall’Inghilterra vedono già Antonio Conte sulla panchina dei bianconeri, come nuovo tecnico.

Conte
Conte tra i nomi valutati dalla Juventus per il post Allegri © Lapresse