Rivoluzione AIA, un noto arbitro dice addio: come cambia l’Associazione

Svolta nell’AIA, si conclude l’avventura di un noto arbitro: gli effetti di questi cambiamenti sull’Associazione

L’AIA ha deciso di rivoluzionare la propria squadra per la prossima stagione. Diversi dicono addio e altri arrivano in soccorso: cosa sta succedendo in queste ore e come muta l’Associazione Italiana Arbitri.

Aia, cambiamenti per la prossima stagione: escluso un arbitro noto
Rivoluzione Aia, chi sono gli arbitri esclusi di Rocchi? (Ansa) -calciomercatotv.it

L’Associazione Italiana Arbitri non concede ulteriori possibilità a un direttore di gara noto a tutti: ha deciso di prendere seri provvedimenti. Chi sono gli arbitri, scelti da Rocchi, diranno addio al calcio e quelli che dirigeranno le gare del campionato 2023-2024.

Tra addi e cambiamenti: l’AIA riparte, com’è cambia in vista della prossima stagione

Diversi attendevano di scoprire cosa sarebbe accaduto a un arbitro che nel corso della scorsa stagione era stato al centro di varie polemiche. Il direttore di gara in questione è Marco Serra. Protagonista di due gare del campionato 2022-2023 ossia Cremonese-Roma e Milan-Spezia. Il suo nome e le partite non regalano ricordi felici ai tifosi romanisti, in quanto al termine della sfida c’è stato uno screzio tra l’allenatore dei lupacchiotti José Mourinho. Stando ad un esperto nella lettura del labiale, ingaggiato dalle Iene, il direttore di gara avrebbe invitato il tecnico della Roma a tornarsene a casa. Affermazione negata dall’arbitro che ha dichiarato di aver affermato: “vai all’area” Dall’altra parte, l’allenatore portoghese ha ammesso di non essere mai stato trattato “così male” come in quella occasione.

Aia, cambiamenti per la prossima stagione: escluso un arbitro noto
Rivoluzione Aia, Marco Serra è tra gli esclusi Rocchi (Ansa) -calciomercatotv.it

Il suo comportato- sommato al errore commesso durante Milan-Spezia, quando ha fischiato una volta di troppo interrompendo un’azione pericolosa dei rossoneri- non avrebbe giovato al suo favore. Anzi, avrebbe contribuito a spingere l’Associazione a prendere provvedimenti. Ciononostante, stando a Il Corriere della sera, la decisione sarebbe stata presa per “motivate ragioni tecniche”. Le stesse ragioni che hanno portato il direttore di gara in fondo alla classifica. Oltre a Serra sono stati esclusi Miele, Meraviglia e Gariglio e Paterna. Maggioni, invece, ha affermato di essere dimissionario e non dismesso. Mentre Irrati e Valeri, per ragioni anagrafiche, inizieranno la loro avventura in sala VAR. Infine, grazie a pochi anni di esperienza, goderanno dell’immunità Gualtieri, Rutella e Perenzoni.

Nel frattempo l’Associazione si arricchisce di nuovi membri provenienti dalla Serie C ossia: Di Marco, Bonacina, Callu, Tremolada e Monaldi. Tuttavia, a preoccupare è la spaccatura che si sta verificando all’interno del Comitato Nazionale. Sarà fondamentale dunque lavorare per tenere insieme tutti i pezzi in vista degli impegni della prossima stagione, che si aprirà ufficialmente il 13 agosto per poi concludersi, come quest’anno, il 4 giugno.