Balotelli shock: va subito fuori squadra, il video lo incastra

Continuano le Balotellate, uno dopo l’altra: Italia, Inghilterra, Turchia… e ora anche Svizzera. Super Mario Balotelli protagonista ancora una volta per fatti extra-campo, con il Sion che ha preso provvedimenti contro l’ex attaccante di Milan e Inter.

Balotelli ancora nei guai

L’ex calciatore di Inter e Milan riconosciuto, a suo tempo, come uno dei giocatori più promettenti nel calcio europeo e italiano, è stato filmato da alcune persone mentre barcollava fuori da un bar di Losanna lo scorso weekend.

Non c’è pace per Mario Balotelli e le vicende extra-campo. Lo scorso weekend è stato caratterizzato da un episiodo che ha coinvolto l’exattaccante della Nazionale italiana.

Secondo Actu Foot, da quel momento, Mario Balotelli non si è più visto in allenamento con la squadra di Tramezzani.

Balotelli ripreso mentre era ubriaco, problemi al Sion (LaPresse)
Balotelli ripreso mentre era ubriaco, problemi al Sion (LaPresse)

Balotelli ubriaco, non c’è pace per l’ex Milan e Inter

Dopo le polemiche con Vincenzo Montella, allenatore dell’Adana Demirspor, club turco con cui ha raggiunto 19 gol nell’ultimo campionato, Mario Balotelli nell’ultima finestra di mercato si è trasferito in Svizzera, agli ordini di un altro italiano.

Le scintille durante una partita di campionato in Turchia, hanno portato Super Mario a cambiare aria. Arrivato al Sion negli ultimi giorni di mercato, Balotelli è entrato dalla panchina nelle ultime due partite di campionato con Basilea e San Gallo. Domani il Sion giocerà in Coppa di Svizzera contro il Rapperswil e vedremo se dopo il video in cui appare ubriaco, Balotelli prenderà partita al prossimo match con la sua nuova squadra.

Futuro Balotelli: presto altre novità

Gli ultimi anni di Balotelli hanno dimostrato il calo di un calciatore che avrebbe sicuramente potuto fare di meglio in carriere, nonostante i 19 gol dell’ultimo anno in Turchia. Parliamoci chiaro, eh! Balotelli ha ‘sprecato’ il grande talento donatogli e si è spesso parlato di lui per vicende lontane dal rettangolo verde. Dopo le parentesi col Manchester City e il Milan, è iniziato il suo declino, (ripetiamo), nonostante l’ottima stagione agli ordini di Montella.