Patteggiamento Juve, attacco clamoroso: sta succedendo adesso

Accomunare gli insuccessi dell’Italia calcistica e la decisione FIGC sulle violazioni della Juventus. Ecco cosa è accaduto

Il destino della Juventus questa stagione è stato definito più dai processi che da quanto prodotto in campo. Alla fine della fiera, il 31 maggio scorso il Tribunale Federale Nazionale Figc, chiamato a pronunciarsi sul pesantissimo filone stipendi, ha accolto il patteggiamento della Juventus con il procuratore federale, Giuseppe Chinè. Per la giustizia sportiva italiana, 10 punti di penalizzazione e 718.000 euro di ammenda bastano a sanare le malefatte bianconere. Restano ovviamente le condanne a 30 mesi dell’ex ds Fabio Paratici e quelle a 16 mesi sia di Maurizio Arrivabene, ex ad, sia del ds Federico Cherubini. Chi non ha firmato l’accordo è Andrea Agnelli, sospeso per 24 mesi. L’ex presidente  l’11 luglio attenderà l’esito del ricorso Tar per risarcimento danni. Nel frattempo verrà chiamato dal Tribunale Federale Nazionale per la manovra stipendi del biennio 2019-2021.

Attacco pesante alla Juve
Da sinistra, Arrivabene, Agnelli e Cherubini (LaPresse) – calciomercatotv.it

Se nel Belpaese la vicenda è archiviata, così non è in Europa. La Uefa ha aperto un fascicolo a dicembre 2022 su presunte violazioni del Financial Fair Play (FFP) da parte della Vecchia Signora. L’esito del processo di I grado sarà noto entro metà luglio. Nonostante queste pene, c’è chi ritiene che il club della Continassa non abbia pagato il giusto, lanciando accuse gravi.

Varriale contro tutti: “Patteggiamento scelta politica”

La Juventus è finita settima in campionato, in Europa sarà Conference League. Sul campo sarebbe terza con l’Inter, ma questo a molti sostenitori non importa. Non sono pochi infatti, sia tra gli addetti ai lavori, sia tra gli stessi tifosi della Juventus, a non apprezzare il lavoro di Massimiliano Allegri. Un noto giornalista è andato oltre. Partendo dagli insuccessi azzurri, leggi due Mondiali visti da casa e il recente flop agli Europei Under 21, il suddetto cronista ha lanciato un gancio tra questi rovesci e in qualche modo quanto deciso dalla giustizia sportiva italiana sulla Juventus.

Patteggiamento Juve: che attacco!
Enrico Varriale (Ansa) – calciomercatotv.it

Enrico Varriale, ex direttore di Rai Sport, attualmente sospeso perché indagato per una presunta violenza e per stalking alla sua ultima compagna, su Twitter ha usato parole di fuoco contro l’Italia e le sue istituzioni. “Le sconfitte del calcio italiano in quest’ultimo mese, comprese quelle delle nazionali, vengono celebrate come un trionfo dalla tifoseria di un club che negli ultimi 2 anni ha colto una sola vittoria”, verga all’inizio l’ex conduttore di 90° Minuto. La stoccata arriva alla fine. “Il patteggiamento raggiunto grazie a una decisione politica della FIGC. Mah !”, conclude ancora Varriale.

Parole queste che certo non faranno piacere né a Via Allegri né ai tanti tifosi della Juventus. Varriale, intanto lo scorso 23 marzo, si è rivolto al giudice del Lavoro per tornare in Rai. Non solo, il giornalista avrebbe chiesto di poter avere una trasmissione tutta sua. Intanto il processo penale a suo carico va avanti. Lo scorso 15 maggio, in aula, un’altra donna avrebbe detto di essere stata aggredita dall’uomo in data 8 dicembre 2021. Accuse ovviamente al vaglio degli inquirenti.