Premier League, De Zerbi distrugge il top player

Il tecnico italiano del Brighton risponde alle domande sul top player: lascia i cronisti inglesi completamente di sasso

Il Brighton ha cominciato alla grande quella che molti definiscono la “sua” Premier League. Battendo la neo promossa Luton con un sonoro 4-1, la squadra di De Zerbi ha mostrato lampi di calcio scintillante e una organizzazione tattica degna di un top club.

Brighton, De Zerbi parla della cessione del big
Brighton, De Zerbi non le manda a dire (LaPresse) – Calciomercatotv.it

Non è una novità né per i tifosi né per gli osservatore del calcio inglese, De Zerbi ha ormai impresso la sua idea di calcio nella mente dei suoi ragazzi e anche i tifosi stanno capendo l’importanza di avere un allenatore del genere alla guida dei Seagulls.

E si è ben capito che anche il calciomercato – che ha visto il Brighton perdere Mac Allister e di recente Moises Caicedo – non ha spezzato l’incantesimo. Poteva starci, la squadra poteva perdere qualcosa dal punto di vista dell’esplosività, ma per De Zerbi i nomi contano poco, sono invece fondamentali motivazioni e voglia di apprendere, cose che il mercato non può acquistare.

Brighton, De Zerbi parla dell’addio di Caicedo

Il caso Moisés Caicedo – perché non si può definire altrimenti – sta rubando le prime pagine dei media sportivi inglesi. Il talento del colombiano non è da mettere in discussione, proprio con De Zerbi ha raggiunto oramai lo status di top player e nessuno si azzarderebbe a sminuirne le qualità atletiche. Ma ciò che fa discutere è la valutazione che supera i 100 milioni di euro.

Sembrava destinato a rafforzare il centrocampo di Klopp a Liverpool, contratto praticamente già fatto, poi all’improvviso il colpo di scena: Caicedo ha declinato l’offerta dei Reds per rispettare la parola data a suo tempo al Chelsea che aveva ingaggiato con il Liverpool un duello di mercato per prendersi il ragazzo.

Brighton, De Zerbi colpisce tutti
De Zerbi chiude la questione sul top player (LaPresse) – Calciomercatotv.it

A proposito di tale situazione di mercato, un Roberto De Zerbi come al solito tranciante e senza peli sulla lingua ha parlato dell’addio di Caicedo sottolineando come quello che conta a Brighton sono le motivazioni e l’orgoglio di indossare questa divisa: “Caicedo? L’ho già dimenticato, non esiste più – afferma De Zerbi nella conferenza stampa alla vigilia della prima di Premier – sono orgoglioso dei calciatori che abbiamo, vogliamo fare sempre meglio. Possono comprare i nostri calciatori ma non la nostra anima”.

Queste parole hanno fatto molto discutere – in positivo – in Inghilterra perché dimostrano ancora una volta le qualità da comunicatore dell’ex Sassuolo: l’addio di Caicedo non va certo a smontare una squadra che sta sbalordendo tutti, sia in Inghilterra che nel resto d’Europa. E questo De Zerbi lo sa benissimo.