Inter, la rabbia di Inzaghi: il tecnico spiega i problemi nerazzurri

Simone Inzaghi non è il ritratto della felicità dopo Inter-Bayer Monaco, per la terza sconfitta stagionale dei nerazzurri. Il tecnico è già il bersaglio dei tifosi, i cambi fatti oggi nel match non hanno aiutato di certo, né quelli iniziali e né quelli al 70° minuto quasi tutto d’un blocco. La piazza mormora, il mister è nel suo periodo peggiore da quando è a Milano molto probabilmente.

Inzaghi post Bayern - foto LaPresse
Inter-Bayern 0-2, le parole di Simone Inzaghi – calciomercatotv.it – foto LaPresse

Inter ko, nerazzurri in confusione

Diventa sempre più difficile l’inizio di stagione in quel di Milano. L’Inter è andata ko contro il Bayern, pochi sono stati gli scampoli di gioco per il gruppo di Inzaghi. Perdere contro i tedeschi era stato messo anche in preventivo, ma non in questo modo.

Sono state le scelte del tecnico a essere maggiormente discusse, dall’esordio di Onana in porta e proprio nella gara più difficile, a una gestione degli uomini e delle risorse senza dubbio bizzarra: i novanta minuti trascorsi in panchina da Barella sono già un caso.

Inzaghi spiega quali sono i problemi

Ovviamente, dopo un ko non ci sono volti distesi. Un gol per tempo e pratica chiusa per il Bayern, che ha espugnato San Siro senza soffrire poi troppo. Inter ko e Inzaghi nervoso per il terzo crollo stagionale dei nerazzurri: «C’è qualcosa da rivedere in difesa, nei primi venti minuti siamo stati troppo contratti. Abbiamo giocato contro una squadra straordinaria e intensa».

Su Sky Sport spiega: «Sul primo gol dovevamo fare meglio, bisognava scappare prima. Sbagliamo tante volte tecnicamente l’ultimo passaggio. Nella ripresa abbiamo avuto occasioni, contro le big devi fare la partita perfetta, quella che non c’è stata».

Tifosi interisti contro il tecnico

I problemi rimangono per Inzaghi e i nerazzurri, l’Inter è in crisi evidente. Il tecnico e le scelte di stasera sono tra il banco degli imputati, già dopo il derby si era levato il malumore dei supporters. Che non hanno capito – stando anche ai commenti su Twitter – quanto fatto dal tecnico, i quattro cambi intorno al 70° sono nel mirino con addirittura due centrali su tre (Bastoni e Skriniar) sostituiti.

L’obiettivo dei dieci punti nel girone diventa così una missione che parte in salita. Il tecnico avrà molto da lavorare nei prossimi giorni.

inzaghi con de vrij e dumfries - foto laPresse
Inzaghi esce sconsolato con De Vrij e Dumfries – calciomercatotv.it – foto LaPresse