Serie A, arriva l’esonero: il club ha trovato il sostituto dell’allenatore

In Serie A ci sono molte panchine che stanno traballando: sembra infatti che un esonero sia sul punto di essere attuato da un club italiano.

La nona giornata del campionato di Serie A 2022/23 non è ancora volta al termine ma sembra che ci siano importanti novità. A quante pare sono molte le panchine che scottano in questo inizio di ottobre.

Stadio Giovanni Zini di Cremona
Stadio Giovanni Zini di Cremona (©LaPresse)

La Juventus, dopo la sconfitta in trasferta al Meazza contro il Milan, sta valutando Massimiliano Allegri. Inzaghi, al contrario, dopo la vittoria al Mapei Stadium contro il Sassuolo può respirare e guardare alla prossima partita. Tuttavia la panchina che trema di più è quella di Alvini della Cremonese.

Cremonese-Napoli: i partenopei vincono in goleada

La panchina di Alvini traballa: la pesante sconfitta casalinga contro il Napoli potrebbe costargli molto cara. Le due compagini si sono date battaglia allo stadio Stadio Giovanni Zini: i partenopei sono andati in vantaggio con Politano, ma poi Dessers ha pareggiato i conti. Simeone da subentrato ha timbrato il cartellino al 76′, regalando l’1-2 al Napoli. Infine, Lozano e Oliveira, nei minuti di recupero finali, l’hanno chiusa siglando l’1-3 e l’1-4. Risultato, però, ingiusto data anche la buona prestazione della squadra di casa.

Alvini rischia la panchina

Il tecnico della cremonese ora rischia la panchina: potrebbe giungere, già al termine di questa nona giornata di Serie A, l’esonero di Alvini. Se a Monza Giovanni Stroppa ha pagato con il sollevamento dall’incarico, la Cremonese, che nelle settimane precedenti si era stretta intorno a Massimiliano Alvini, ora potrebbe dare il ben servito all’ex tecnico del Perugia. La squadra, dopo essere incappata nella Roma, Fiorentina, Inter e Torino, durante le prime quattro giornate (di cui tre in trasferta) ha poi sfoggiato un bel gioco pareggiando con Sassuolo ed Atalanta. Ora però, dopo la pesante sconfitta in casa contro il Napoli, Alvini rischia l’esonero.

Esonero Alvini: il sostituto era in tribuna

L’ex tecnico del Perugia rischia grosso, nonostante abbia dalla sua lo spogliatoio. Addirittura in tribuna, a vedere la partita c’era il suo possibile erede: Davide Ballardini. Che sia un segnale? Forse. Tuttavia il rischio esonero sembra essere scongiurato proprio dalla buona prestazione della Cremonese. Prestazione che va, ovviamente, al di là del risultato. Il bel gioco si vede, anche se mancano i risultati.

Massimiliano Alvini, tecnico della Cremonese, rischia l'esonero dopo la pesante sconfitta rimediata contro il Napoli
Massimiliano Alvini, tecnico della Cremonese, rischia l’esonero dopo la pesante sconfitta rimediata contro il Napoli (©LaPresse)

La Cremonese è penultima in classifica a pari punti con la Sampdoria. L’ex allenatore dell’Albinoleffe, alla luce della buona prestazione dei suoi, ha dichiarato di non volere cambiare nulla nel suo modo di giocare. Ora però Alvini deve stare all’erta: il prossimo obiettivo sarà guadagnarsi tre punti.