Droga in NBA, il campione choc: “Io come tutti”

Stiamo vivendo un momento importante per la pallacanestro e per la NBA, con una decisione che potrebbe andare a cambiare tante cose

Nella lega più importante della pallacanestro, arriva una decisione importante che potrebbe cambiare la gestione dei vari giocatori e di tutte le società.

La marijuana è stata deliberata nell'NBA
Adam Silver, commissioner NBA, nell’ultima edizione del Draft (Ansa Foto) Calciomercato Tv

Una situazione di basket mercato sta tenendo alta l’attenzione sull’NBA, stiamo parlando del trasferimento in una trade per Damian Lillard. Il play dei Portland Trail Blazers ha deciso di dare una sterzata alla sua carriera e ha chiesto alla sua squadra di lasciarlo partire. Il giocatore statunitense sembra di essere a un passo dal trasferimento ai Miami Heat, dove creerebbe una corazzata al fianco di Jimmy Butler e Bam Adebayo. Gli Heat diventerebbero, così, senza alcun dubbio una delle squadre favorite per contendere il titolo ai Denver Nuggets, dopo l’anello conquistato nella stagione appena terminata.

NBA, sì all’apertura della Marijuana nella lega

Nelle ultime or e c’è stato un colpo di scena importante per il mondo dell’NBA, con una decisione che non era mai stata presa prima. Adam Silver, uno dei dirigenti del campionato più importante al mondo, ha comunicato la delibera presa nei confronti della marijuana. Come riporta La Gazzetta dello Sport, questa decisione era già stata presa qualche mese fa ma soltanto in queste ultime settimane è stata ratificata da tutti gli organi di controllo dell’NBA. E’ senza dubbio una decisione che va a cambiare molto la situazione, dato che si tratta del campionato più importante che può annoverare anche i cestisti più forti del Pianeta. La marijuana, dunque, è stata tolta dalle sostanze proibite di conseguenza non ci saranno più sanzioni per chi la utilizzerà.

La marijuana è stata deliberata nell'NBA
Kevin Durant con la canotta dei Phoenix Suns nel corso di un momento di gara (Ansa Foto) Calciomercato Tv

Questa decisione è stata presa, ovviamente, anche grazie alla presa di posizione di alcuni giocatori, tra i quali anche un big assoluto dell’NBA. Stiamo parlando di Kevin Durant, nell’ultima stagione passato dai Brooklyn Nets ai Phoenix Suns. Il cestista a stelle e strisce ha cercato di convincere Adam Silver a prendere questa decisione, andando a confermare che anche lui ne fa uso come tanti altri colleghi. KD, come riporta La Gazzetta dello Sport, ha raccontato anche l’aneddoto di quando ha incontrato Adam Silver che, annusando il campione dei Suns, ha capito tutto senza dover trovare troppe parole.