“Bari, grazie ADL ma vogliamo un nuovo patron” – Esclusiva

L’Atalanta dei Percassi e il Bari dei De Laurentiis hanno un punto in comune: Carlo Perrone, ex calciatore che ha militato in entrambe le squadre. In esclusiva per calciomercatotv.it fa il punto sulle due squadre, nonché una panoramica sul calcio italiano.

Perrone tifa per il rilancio dell’Atalanta

Ha segnato gol pesanti, è stato l’idolo delle curve e ha avuto una carriera di slancio in due realtà completamente diverse. Passione e voglia di calcio accumunano però Carlo Perrone nel percorso con l’Atalanta e con il Bari, realtà che lo hanno amato per il suo gioco offensivo.

Perrone non a caso ha dei bei ricordi con gli orobici: «Il migliore è sicuramente quando segnai contro una Juventus stellare, quella di Baggio e Trapattoni. Tra tutti i momenti belli scelgo questo, segnai il gol del pari e poi feci l’assist per Ganz, quello del 2-1 finale». Era il 7 febbraio 1993, ma guardando ai tempi odierni c’è un calciatore che potrebbe rilanciare l’Atalanta? «A me piaceva molto Papu Gomez, peccato sia finita così… un elemento con le sue caratteristiche sarebbe l’ideale per riportare la Dea in alto».

Gomez Atalanta foto LaPresse
Uno alla Papu Gomez è l’ideale per l’Atalanta secondo Perrone – calciomercatotv.it – foto LaPresse

Bari, è tempo di sognare

Chiaramente, parlando con Perrone la mente va anche al periodo di Bari. La Mitropa Cup nel 1990 vinta è un ricordo che resterà, così come un gruppo che aveva diverse individualità di spicco. Il presente, invece, ha riportato il Bari nei cadetti con la voglia di tornare grande.

Perrone ha parole d’amore per il Bari di De Laurentiis e un desiderio: «Sogno un novello Matarrese… se magari si innamorasse del club». Nostalgia per il modello del Bari che fu, quindi, per riportare i pugliesi in alto, dove merita la piazza. Ci sono però anche i giusti meriti all’attualità: «Devo comunque premettere che va detto grazie al patron, ai De Laurentiis per quello che hanno fatto in questi anni».

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Anche Terracenere sprona i pugliesi

Calcio italiano con virtù da ritrovare

Perrone non è solo un ex di Bari e Atalanta ma anche un tecnico che ha vinto in Portogallo: «Una nazione dove c’è molta qualità, sarebbe interessante andare a pescare i nuovi Leao. Io ho allenato e vinto in un campionato minore con troppa differenza di valori».

Valori che il calcio italiano deve ricordare: «Se non si lavora bene e non si crede nei vivai saremo sempre a rincorrere. Sembra una battaglia persa, non investendo nei giovani saremo costretti a rincorrere e scimmiottare gli altri, perdendo la nostra identità».

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Esclusiva, un colpo proposto al Napoli

Infine, un pronostico sulla Serie A in partenza: «Da tifoso milanista spero nel bis, ma penso che Juve e Inter siano le favorite per il titolo. Guardo con interesse due top player: Leao, perché è devastante e con ampi margini di miglioramento. Tra gli italiani, scelgo Barella: mi piace tantissimo, è un giocatore universale».

Carlo Perrone - foto LaPresse
Carlo Perrone tra Atalanta e Bari, nostro ospite di calciomercatotv.it – foto LaPresse