Il calcio entra in sciopero: cosa sta succedendo contro la Fifa

Le nuove regole che vorrebbe la Fifa non piacciono proprio al calcio mondiale, pronto anche a uno sciopero se necessario. L’organo calcistico mondiale va avanti per la sua strada, nel cantiere delle riforme che presto toccherà un tema tanto caro (è il caso di dirlo) per le società.

Infantino pres Fifa foto LaPresse
Gianni Infantino pronto a nuove regole – calciomercatotv.it – foto LaPresse

Fifa cambia ancora, un nuovo scontro

C’è un nuovo argomento che sta entrando prepotentemente nelle agende dei club, non solo in quelli più titolati ma anche in tutti gli altri, in lotta per altri obiettivi. Ben più della Superlega, in questo caso il calcio rischia davvero lo sciopero contro la Fifa, se non ci saranno margini di trattativa.

La questione riguarda il calciomercato, un tema sempre importante nelle economie dei club. La Fifa sta attuando una rivoluzione che andrebbe in vigore dal prossimo luglio e sarebbe da ratificare nelle prossime settimane, in un clima non troppo distensivo.

Calcio verso lo sciopero, i motivi

Come riporta Marca, il clima di pace all’interno dei massimi sistemi calcistici è durato troppo poco. Ci sono mosse che non piacciono, la Fifa va avanti per la sua strada anche se il calcio andrà in sciopero o farà azioni eclatanti. Infantino non molla di un millimetro, è una riforma per lui non più rimandabile allo stato attuale.

La Fifa infatti vuole cambiare il calcio e il mercato contemporaneamente ponendo fine alle commissioni eccessive, ma anche per dare una maggiore protezione ai giovani calciatori. Fin qui sembrerebbe tutto lecito, ma non tutti sono d’accordo.

Meno commissioni, chi è contrario

I club avrebbero un margine diverso, non potrebbero più comprare calciatori quasi in fasce, come avviene spesso nelle big soprattutto all’estero. Il calcio vuole mettere un freno con la Fifa pronta a dare più chiarezza sul mercato, un’ipotesi sciopero non spaventa Infantino.

Ci sarebbero poi degli inasprimenti per chi contravverrebbe alle nuove norme del mercato, andando così a un blocco sempre più duro per quanto riguarda le sessioni. Saranno giorni caldi, il 21 ottobre sarà la data decisiva con i procuratori sul piede di guerra e pronti ad eventuali barricate con i club amici.

infantino in qatar foto LaPresse
Infantino cambia le regole del calcio, ipotesi sciopero contro la Fifa? calciomercatotv.it – foto LaPresse