Calcio italiano in lutto: addio all’agente Fifa per una brutta malattia

Il calcio italiano è scosso dalla perdita dell’agente Fifa, scomparso nelle scorse ore a causa di una brutta malattia. Sono arrivati i messaggi di cordoglio dal mondo dello sport e dai protagonisti del calcio italiano, che avevano spesso avuto contatti proprio con il procuratore, ora ricordato con affetto.

calcio su pallone - foto LaPresse
Calcio in lutto, addio all’agente italiano della Fifa – calciomercatotv.it – foto LaPresse

Un nuovo lutto per il nostro calcio

Un’altra brutta notizia scuote l’ambito dello sport nostrano. Il calcio italiano registra un’altra perdita, dando l’addio a un agente Fifa scomparso per una brutta malattia.

Cordoglio e commozione che sta arrivando da tante società, da calciatori e allenatori per la scomparsa del procuratore, spesso ospite in tv e molto disponibile nel suo lavoro. Una notizia che ha lasciato senza fiato, portando così a un momento collettivo di raccoglimento.

L’agente italiano scomparso per un brutto male

Un protagonista dello sport, anche dietro le quinte, non ce l’ha fatta. È scomparso l’agente Fifa Jano La Ferla, procuratore italiano che è stato spesso protagonista di tante trattative. Tra i suoi assistiti ci sono stati anche Daniel Pablo Osvaldo e Freddy Guarin, sicuramente una notizia che rende triste tutto l’ambiente.

Scomparso a 47 anni, è stato ricordato con un messaggio toccante anche da Gianluca Di Marzio sul suo portale, apprezzandone l’amicizia e di averlo voluto recentemente proprio a Catanzaro, sua città d’origine. Proprio le sue origini calabresi erano state portate sempre con un senso di simpatia e di appartenenza nel corso delle trattative. Sovente ospite televisivo, era inoltre un curioso collezionista di figurine.

Jano La Ferla, il cordoglio degli sportivi

È stato ricordato da molti sportivi in queste ultime ore, come l’allenatore Fausto Silipo, bandiera con Claudio Ranieri ai tempi del Catanzaro in Serie A, così come dallo stesso sindaco di Catanzaro. Gli ultras della squadra giallorossa proprio di recente gli avevano inoltre dedicato uno striscione, invitandolo a non mollare nella lotta contro la malattia.

Quest’ultima però l’ha avuta vinta, il calcio italiano ora piange Jano La Ferla, agente dal volto trasparente e che ha lasciato un ricordo di umanità. Sia tra i big del pallone nostrano che tra i tanti operatori del calcio a qualsiasi categoria.