Barbara D’Urso, nuova tegola per la conduttrice: la sentenza parla chiaro!

Barbara D’Urso non sta vivendo un momento molto positivo. Neanche la sentenza del tribunale sembra essere dalla sua parte

Da signora della televisione italiana su Canale 5 a vera e propria ‘dimenticata’. Il destino di Barbara D’Urso parla chiaro, visto che la nota conduttrice Mediaset sembra essere ormai al di fuori dai piani televisivi dell’azienda della famiglia Berlusconi.

mazzata per la D'urso
Altra brutta notizia per Barbara D’Urso (Ansa) – Calciomercatotv.it

Momento delicato infatti per la D’Urso, che dopo la fine dell’ultima stagione televisiva di Pomeriggio Cinque si è vista sbattere la porta in faccia. Come fatto intendere da Pier Silvio Berlusconi, amministratore delegato Mediaset, nel nuovo palinsesto delle reti in questione non ci sarà spazio per la Barbara nazionale.

Niente riconferma per la D’Urso, che vedrà anche scadere il suo contratto con Mediaset a dicembre 2023. Un triste declino per la presentatrice ed attrice, che fino a qualche anno fa era stata insignita di almeno 4-5 trasmissioni durante l’anno, divenendo un punto di riferimento di Canale 5. Ma la repulisti generale voluta da Berlusconi junior sembra coinvolgerla direttamente.

Non solo l’addio a Mediaset: Barbara D’Urso perde anche la causa in tribunale

Non bastasse dunque l’addio ormai scritto alle reti Mediaset, Barbara D’Urso ha subito un’altra batosta dal punto di vista personale e di immagine. Infatti la conduttrice avrebbe perso uno scontro in tribunale che ha portato avanti per diversi anni.

La napoletana aveva denunciato il celebre personaggio social Damiano “Er Faina” Coccia. Quest’ultimo, tra il 2015 ed il 2018, era stato reo di aver utilizzato epiteti dispregiativi e offensivi nei confronti della D’Urso, la quale ha proceduto dunque con l’accusa di diffamazione.

er faina contro la d'urso
Er Faina non sarà sanzionato per le frasi sulla D’Urso (Instagram) – Calciomercatotv.it

Er Faina aveva detto ciò della D’Urso: “Lei è la vergogna della televisione italiana, più che cretina, è n’mbecille“. Parole forti che ovviamente non sono andate a genio alla conduttrice di Pomeriggio Cinque. Ma a sorpresa nei giorni scorsi il gip Giulia Arceri ha disposto l’archiviazione del procedimento e quindi non ci sarà alcuna condanna per l’influencer nativo della periferia di Roma.

La motivazione della mancata sanzione a Damiano Coccia è la seguente: “La frase è di cattivo gusto, ma appare in linea con il personaggio, caricato ed esagerato“. Il tutto, secondo il gip, espresso in chiave sarcastica. Dunque l’archiviazione è stata ufficializzata tenendo conto che Er Faina sia un personaggio sopra le righe e non rappresenta un elemento diffamatorio in linea generale.

Chissà come la prenderà Barbara D’Urso, che rischia di sentirsi sempre più messa in disparte, sia a livello professionale che dal punto di vista della propria immagine personale.