Addio a Claudio Garella, il cordoglio del calcio italiano

Il calcio italiano è in lutto per la scomparsa di Claudio Garella, portiere che vinse lo scudetto con il Verona nel 1985 e il Napoli due anni dopo. Scompare a 67 anni ed è questa una grave perdita per lo sport italiano, tifosi, dirigenti e società stanno esprimendo il loro cordoglio.

Ciao Garella, portiere degli scudetti

Una triste notizia scuote lo sport italiano a un giorno dall’inizio del campionato di Serie A. il calcio è in lutto per la scomparsa di Claudio Garella, portiere scudettato con Napoli e Verona. Se ne va all’età di 67 anni, come riporta Sky Sport è scomparso per problematiche cardiache.

Una perdita di non poco conto e un triste gioco del destino, in quanto lunedì a ferragosto si sfideranno i suoi due club più amati per l’inizio della Serie A. Verona e Napoli non faranno mancare il loro affetto anche in campo.

Claudio Garella - foto LaPresse
Claudio Garella, lutto per il calcio italiano – calciomercatotv.it – foto LaPresse

Il calcio piange Claudio, gigante buono

La carriera di Garella è stata un incredibile corsa di emozioni, il portiere è stato protagonista in vari modi. Passò alla storia per due scudetti storici nel calcio (Verona e Napoli), ma Claudio Garella divenne un idolo nel calcio italiano… per i piedi. Antesignano di molti estremi difensori, era uno dei pochi che riusciva a parare utilizzando gli arti inferiori, preferendoli spesso alle mani.

Non è un caso che molte parate leggendarie del portiere, nelle stagioni scudettate, siano quelle che sembrano più sbilenche a primo colpo d’occhio.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Inghilterra e Italia preparano un affare

Il cordoglio per Garellik

Lo chiamavano Garellik non a caso, proprio per questa attitudine di parare con tante parti del corpo. Tante le squadre di Claudio Garella oltre a Napoli, Verona nel calcio italiano fu portiere di Torino, Casale, Novara, Lazio, Samp, Udinese e Avellino.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Le ultimissime sul mercato

Personaggio guascone e dalla simpatia dirompente, è ricordato dai social e dalle società sportive con grande affetto e commozione. Se ne va un altro personaggio del mondo del calcio di una volta, quello delle radioline e dei grandi campioni, fatto di persone prima ancora che calciatori.

Garella in campo foto LaPresse
Garella vinse due scudetti con Verona e Napoli – calciomercatotv.it – foto LaPresse