Juve: Allegri cacciato, bloccato già il sostituto

Vincere aiuta a vincere: la Juventus non prova questa sensazione da diverso tempo, dal 31 agosto, ultimo successo della formazione allenata da Massimiliano Allegri in seria difficoltà e con un piede e mezzo fuori dall’Europa.

Juventus, esonero Allegri: si decide tutto in 48 ore

La Juventus non ha intenzione di esonerare Allegri. La volontà della proprietà e della dirigenza è quella di far funzionare le cose con il tecnico livornese con l’obiettivo dal 2 al 15 ottobre di capovolgere una situazione che si è fatta sempre più complicata.

Tra campionato e Champions League, la Juventus giocherà ogni tre giorni contro Bologna, Maccabi, Milan, nuovamente con la formazione israeliana e il derby contro il Torino.

Cinque risultati che potrebbe capovolgere il destino del tecnico livornese. In caso di altri passi falsi, Allegri verrebbe esonerato? Al momento no, ma se la società fosse insoddisfatta, lo scenario potrebbe cambiare, a partire da Pavel Nedved nonostante Allegri abbia una lunga scadenza e i costi dell’operazione in caso di esonero, sarebbero una mazzata per la Juventus.

Allegri e un esonero che si deciderà in 48 ore (LaPresse)
Allegri e un esonero che si deciderà in 48 ore (LaPresse)

L’esonero di Allegri è un rebus

L’errore che la Vecchia Signora non vorrebbe commettere, è quello di ripetere un’operazione alla Pirlo (in questo caso con Montero), di fatto bruciato l’ex tecnico bresciano con la Juventus che prenderà in considerazione un altro profilo solo ed esclusivamente in caso di esonero di Allegri.

Tra due giorni si decide il futuro di Allegri

TuttoJuve.com spiega come la giornata di dopodomani sarà molto importante per la Juventus e per l’esonero del suo allenatore, Massimiliano Allegri: il CdA del club, infatti, deciderà il destino del tecnico livornese.

Il consiglio di amministrazione della Juventus sarà composto da 10 persone che stabiliranno il futuro di Allegri sulla panchina della Juventus: Andrea Agnelli (presidente), Pavel  Nedved (vicepresidente), Maurizio Arrivabene (chief executive officer), Laurence De Broux (amministatore), Massimo Della Ragione, Kathrin Fink, Daniele Marilungo, Giorgio Tacchia (amministratori indipendenti), Francesco Roncaglia e Suzanne Heywood (amministratori).

allegri conferenza foto Lapresse
Allegri e la Juve, per l’esonero altre 48 ore di tempo – calciomercatotv.it – foto LaPresse